Legor Life

Questo è lo spazio per condividere frammenti di vita quotidiana di Legor! Siamo PERSONE che vivono questo PIANETA e lavorano per un PROFITTO SOSTENIBILE. In altre parole, siamo esseri umani in costante trasformazione che desiderano essere felici prendendoci cura di noi stessi, degli altri e del mondo in cui viviamo. Oltre i prodotti che concepiamo e produciamo, ecco cosa ancora possiamo raccontarti di noi!

Legor per il Pianeta: scopri cosa abbiamo in programma per difendere la sostenibilità dell'ambiente in cui viviamo

Parola d'ordine: sostenibilità. L'attenzione del mondo è sempre più puntata sulla necessità di rispettare e preservare la Terra in cui viviamo per le generazioni future.
Uno dei principi fondanti di Legor è proprio CARE: avere cura del mondo che ci circonda e delle persone che ci vivono.

Legor ottiene il certificato CoC Chain of Custody

CoC è acronimo di Chain of Custody ovvero Catena di Custodia.  È grazie a questa certificazione che siamo in grado di garantire l’integrità e documentare ogni singolo passaggio dalla fonte al retail dell’intera filiera produttiva. Ogni anello di questa catena è fondamentale per far sì che i metalli siano tracciati e provengano solo da fonti certificate. Lo standard CoC, infatti, definisce i requisiti per la realizzazione della catena di custodia dei metalli preziosi dalla miniera fino al consumatore finale, assicurando che le varie fasi dalla lavorazione alla commercializzazione avvengano in modo responsabile.

Ogni soggetto che aderisce alla CoC, infatti, applica i principi e i requisiti dello standard che vengono verificati ad intervalli regolari da società di audit indipendenti accreditate da RJC.

RJC è acronimo di Responsible Jewellery Council, un’organizzazione no profit fondata nel 2005 da alcuni dei più importanti Brand mondiali per definire le “best practices” per un business responsabile nell’ambito dell’industria orafa e dell’orologeria. Nel 2012 RJC introduce un nuovo metodo per autenticare i business responsabili nel mondo della gioielleria: la CoC.

Ad oggi, a fronte di oltre 1000 aziende che fanno parte di RJC, solo poco più di un centinaio sono certificate.

Legor ha scelto di certificarsi CoC proprio durante la pandemia quando abbiamo messo in discussione le nostre fonti di approvvigionamento scegliendo di introdurre in produzione solo metalli di origine riciclata, cosa che abbiamo dimostrato a dicembre 2020 durante l’audit integrato CoC/CoP.

Perché ricicliamo e come si fa

Il mondo dei metalli è stato pesantemente colpito dalla pandemia, l’impennata dei prezzi e le difficoltà di approvvigionamento sono difficoltà che affrontiamo tutti i giorni ormai da tempo.

Già da qualche anno Legor acquista alcuni dei metalli preziosi provenienti quasi esclusivamente da affinazione (Au e Ag, Pt e Pd) e quindi non da miniera.

Per Legor acquistare metalli riciclati è una scelta in primis etica: riutilizzare l’esistente permette di preservare le risorse naturali ed impattare meno su questo nostro pianeta già vessato dall’uomo. Vuol dire evitare sprechi ed evitare produzione di rifiuti.

Come si fa? Per noi si tratta di un lavoro continuo di ricerca di nuovi fornitori. Significa ridefinire le nostre specifiche, attivare processi di Due Diligence che obbligano noi e le controparti ad un livello più stretto di conoscenza e condivisione delle informazioni.

Il mondo politico stesso si sta muovendo in questo senso, promuovendo una legislazione che incentivi l’economia circolare: i regolamenti europei sull’End of Waste. 

Metalli preziosi 100% riciclati in Legor Group S.p.A.

Ma non ci siamo fermati alla certificazione RJC CoC per il tracciamento di oro, argento, platino, palladio e rodio. Abbiamo innalzato il nostro standard in modo che tutti questi metalli preziosi siano 100% riciclati, definendo un nuovo standard!

Sostenibilità nei processi galvanici in settore orafo

“Non ereditiamo il mondo dai nostri padri, ma lo prendiamo in prestito dai nostri figli”.

Quello che Legor si propone è garantire prosperità alla generazione attuale senza compromettere le generazioni future, anzi, lasciando ai nostri figli un mondo migliore di come l’abbiamo trovato.

Nei processi galvanici questo può tradursi nel ridurre al massimo le sostanze pericolose presenti nei bagni galvanici garantendo però la stessa, se non migliore, resa, producendo il minor impatto ambientale possibile.

Il percorso è fatto di passi piccoli, ma continui, nel nostro caso: l’impianto fotovoltaico nel 2014, la certificazione ISO 14001 nel 2015, l’energia 100% verde certificata dal 2018, il riciclo di oltre il 90% delle acque di processo nel 2020.

La certificazione RJC CoC con materie prime preziose da fonti 100% riciclate nel 2021 è un ulteriore tassello di questo puzzle.

I prossimi passi verso una ancora maggiore sostenibilità

Legor si impegna nel calcolare la propria carbon footprint entro la fine del 2021 per definire i nostri prossimi obiettivi orientati al raggiungimento di un livello di carbon positive.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.